Trama dell'Opera di Donizetti, L'Elisir d'Amore - Dulcamara

Vai ai contenuti

Menu principale:

Trama dell'Opera di Donizetti, L'Elisir d'Amore

L’Elisir d’amore

Atto primo

L’ingresso d’una fattoria

Nemorino è innamorato della bella e capricciosa Adina. Ma la giovane non si cura di lui, preferendogli la corte del baldanzoso sergente Belcore, da poco giunto al villaggio alla testa di un drappello di soldati. A nulla valgono le reiterate profferte d’amore del timido Nemorino: Adina si dichiara troppo volubile per legarsi stabilmente a un solo uomo.

Piazza nel villaggio

Il dottore Dulcamara, noto ciarlatano, decanta pubblicamente le miracolose doti del suo “specifico”, capace in breve tempo di risolvere ogni problema. A Nemorino – che a lui si rivolge per acquistare una pozione d’amore – egli vende una bottiglia di vino, facendogli credere che si tratti di un portentoso elisir, in grado di fare innamorare dopo un giorno qualunque donna. Dopo averlo bevuto, Nemorino si sente già irresistibile e non esita a trattare Adina con studiata indifferenza, sicuro che l’indomani la giovane lo amerà ardentemente. Per vendicarsi, Adina accetta di sposare subito il sergente Belcore. Nemorino disperato corre in cerca di Dulcamara.

Atto secondo

Interno della fattoria d’Adina

Gli abitanti del villaggio festeggiano le imminenti nozze di Adina con Belcore. Ma Adina ha posticipato la firma del contratto nuziale, desiderosa di compiere tale atto alla presenza di Nemorino. Il dottore Dulcamara può così offrire al giovane una seconda dose di elisir con cui riuscirà a fare innamorare Adina immediatamente. Non avendo più denaro, Nemorino si arruola nel reggimento di Belcore: in cambio riceve venti scudi per acquistare l’elisir.

Rustico cortile

Lo zio di Nemorino ha lasciato al nipote una cospicua eredità e tutte le ragazze del villaggio fanno ora a gara per conquistarlo. Ignaro dell’eredità ricevuta, il giovane attribuisce il suo improvviso fascino agli effetti dell’elisir d’amore. Dopo avere appreso da Dulcamara che Nemorino si è arruolato per poter acquistare l'elisir d’amore, Adina lo libera dal vincolo militare contratto con Belcore. Ma il giovane non intende desistere dal suo proposito, dichiarandosi pronto a morire sul campo di battaglia se il suo amore non sarà ricambiato. Ormai conquistata, Adina abbraccia Nemorino mentre il dottore Dulcamara attribuisce la felicità dei due giovani agli effetti prodigiosi del suo elisir d’amore.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu